Parquet - terrazza

 

Guida al parquet per esterni ed  ai pavimenti in  composito per esterni

 

Da sempre il legno è usato per uso esterno: basta pensare alla Laguna di Venezia od all’utilizzo nelle imbarcazioni navali. Un pavimento in legno dona subito a un balcone o un giardino eleganza e calore. Come sceglierlo?
Pavimentazioni da esterno: caratteristiche e materiali
La scelta e la cura dei pavimenti negli spazi esterni sono il biglietto da visita della nostra casa. Quindi è di fondamentale importanza scegliere dei rivestimenti che garantiscano, al contempo, eleganza e praticità. Ovviamente, la messa in opera e la gestione di una pavimentazione da esterno richiedono un impegno e un'attenzione maggiore rispetto a quella per l'interno, poichè il rivestimento è esposto quotidianamente agli agenti atmosferici e agli sbalzi di temperatura. Pertanto è necessario che sia resistente al gelo, all'abrasione, alle macchie, agli agenti chimici e al fuoco e dotato di scoli drenanti per evitare accumuli d'acqua piovana.
I materiali più utilizzati per i pavimenti per l'esterno sono il legno, il grès porcellanato, il cotto, il porfido e il granito. Perché scegliere proprio il legno?

 

Il legno: scelta azzeccata anche per gli esterni

 

Il legno rappresenta un'ottima soluzione per le pavimentazioni esterne: coniuga la resistenza (grazie ai particolari trattamenti a cui viene sottoposto è impermeabile, antimacchia, antiscivolo e resistente all'usura), con un fascino indiscusso e con una grande praticità nel montaggio . Viene venduto in listoni di varie forme e dimensioni, dotati di clip di ancoraggio a scomparsa.

I legni più usati per uso esterno sono il teak, l’ipè, il garapà, cumarù, massaranduba,iroko.


Il legno composito: il futuro dei pavimenti per terrazze e giardini


Situato tra 2 mondi a priori opposti, quello dell'industria del legno e dei materiali in polimero, il legno composito offre dei prodotti che unificano questi due settori traendo vantaggi da ognuno di essi ed eliminando gli inconvenienti

Il composito é un prodotto che mantiene la bellezza del legno e le qualità meccaniche della plastica, soprattutto in ambienti umidi.  


Vantaggi del legno composito


Il legno composito  ha i seguenti vantaggi:

  • non necessita di manutenzione ordinaria( oliatura, levigatura, sostituzione di aste fessurate) con conseguente risparmio di tempo e di soldi
  • non scheggia
  • può essere smaltito in modo rispettoso dell’ambiente
  • è più resistente alla salsedine
  • facilità di installazione
  • alta resistenza alo scivolamento
  • non contiene formaldeide


Posa dei pavimenti per esterni


I pavimenti per esterni sono composti da doghe ( decking) da 70-80-90-100-110-120-140 mm di larghezza e lunghezze che vanno da 1 metro a 4 metri.

Hanno solitamente uno spessore di 18-20 mm minimo a seconda dei carichi e delle sollecitazioni che devono sopportare.

La faccia a vista può essere liscia o rigata.

Possono essere predisposti per una posa con clips( in questo caso hanno una doppia scanalatura sui lati) oppure inchiodata..

Vanno montati su una sottostruttura di morali in legno


Posa dei pavimenti per terrazze con clips


Le clips sono generalmente di plastica oppure in acciaio inox, e sono costituite da 2 alette.

La clip viene avvitata sul morale e le due alette servono ad agganciare i listoni scanalati.
La distanza tra un listone e l’altro( indicativamente 5 mm ) è fissata dalla tipologia della clip.


Funghetti-supporti in PVC

 

Sono necessari quando ci sono dislivelli o pendenze in modo da ottenere una superficie calpestabile planare.
Vanno appoggiati od incollati sul sottofondo a distanza tale da garantire la portata richiesta dal progetto.