Parquet - Tipi

 

Tipi di parquet

I legni utilizzati per ottenere  il  parquet arrivano da tutti i continenti ed  appartengono tutti alla categoria dei legni duri.
Devono inoltre  avere  doti di stabilità dimensionale .
Si  possono suddividere  in Parquet  CHIARI (ad esempio acero, rovere, faggio…), Parquet BRUNI (iroko, teak, olivo, noce, acacia..), Parquet ROSSI (ciliegio, doussié, merbau…) e Parquet SCURI (wengé, jatoba, kosipo…).
Il parquet può essere suddiviso in tre tipologie di base:


PARQUET TRADIZIONALE

è formato al 100% di  legno massello  ed è venduto grezzo.
Viene successivamente  levigato  e lucidato dopo la posa in opera.
Questo processo, che dura almeno 4-5 settimane, è stata una delle cause che ha fatto declinare negli ultimi anni la vendita di questo tipo di parquet a favore del parquet prefinito, cioè già lamato e verniciato in fabbrica.
Possiamo stimare oggi la quota di mercato del parquet tradizionale in Italia non superiore al 10% del mercato contro un 65% del prefinito.

 

PARQUET PREFINITO MULTISTRATO

Il prefinito multistrato rappresenta oggi la più diffusa ed importante tipologia di pavimenti in legno. In questa tipologia il parquet è costituito da più strati, anche di legno diverso( nel caso più frequente c’è uno strato superiore di legno “ nobile”, cioè la essenza del parquet,che secondo le normative vigenti deve  essere di almeno 2,5 mm di spessore.
Gli strati inferiori solitamente sono in compensato multistrato oppure in legno resinoso controbilanciato per assicurare stabilità.
Le giunture sono calibrate per garantire complanarità tra i vari listoni di parquet con incastri che rendono il supporto perfetto per la posa in opera. In molti casi sono previsti dei sistemi di giuntura a clic.
Numerosi i vantaggi che hanno decretato il successo di questo tipo di parquet :

  • essendo pre-levigato e verniciato in fase di produzione non necessita di lavorazioni successiva alla posa e può essere quindi messo in opera rapidamente ed è calpestabile in 24 ore .
  • assenza di odori, vapori e polveri che si sprigionano invece durante levigatura e verniciatura in opera.
  • la verniciatura industriale è più dura e resistente della verniciatura fatta in opera. Possiamo prendere come termine di paragone la verniciatura di tutti i prodotti industriali,  ad esempio le automobili.In fabbrica è  possibile dare fino a 6-7 mani di vernice per ottenere  superiore  resistenza e durata nel tempo rispetto al parquet tradizionale.
  • l’esistenza di  strati di legno  e supporto incollati con le fibre in direzioni diverse fa sì che si compensino tra di loro le naturali tensioni del legno: ciò rende possibile la produzione di parquet di grandi dimensioni (maxiplance)  senza incorrere nei problemi di curvatura o rigonfiamenti che si potrebbero avere con un parquet.
  • il parquet prefinito è facile da posare ed in alcuni casi, soprattutto quelli in cui l’incastro è previsto con il sistema a clic, è possibile fare una posa “fai da te “ risparmiando tempo e soldi.


PARQUET PREFINITO MASSELLO

questa tipologia di parquet è  un compromesso tra parquet tradizionale e parquet prefinito: è un  parquet prefinito massello .Il legno massello viene levigato e verniciato in fabbrica. Ha il fascino del legno massello, ma presenta alcuni dei vantaggi del prefinito: qualità delle vernici e tempi di posa brevi.