Parquet - manutenzione

 

Manutenzione del parquet

 

La  manutenzione del parquet comincia da una buona prevenzione:
disponete all’esterno ed all’interno della abitazione degli zerbini per trattenere i sassolini e la sabbia, del feltrino sotto i piedi dei mobili per evitare le rigature.


Manutenzione regolare

 

Parquets poco o mediamente sollecitati: camera da letto, salone, sala da pranzo. Effettuate una manutenzione regolare spolverando con una scopa o con un aspiratore. Ogni 3 mesi, applicate un polish.
Parquets a traffico medio e forte: corridoi, scale, uffici, ecc….Ogni 15 giorni – 1 mese procedete come sopra.
Rivestimenti per pavimenti stratificati: effettuate ogni sei mesi una manutenzione applicando la vernice adatta.
Parquets oliati: vedi apposite istruzioni.
Parquets spazzolati: converrà, per la manutenzione di questi parquet, utilizzare una spazzola in nylon flessibile, nel senso della spazzolatura del legno. Se necessario, per i parquet fortemente sporchi, utilizzare con parsimonia un detersivo (ph neutro) con poca acqua diluita.
Parquets bianchi: evitare ogni pulizia con acqua.

 

Pulizia di fondo

 

A seconda della manutenzione periodica effettuata, procedete ad una pulizia che eliminerà le vecchie tracce di polish, cera, ed ogni altro tipo di macchie. Applicate poi di nuovo la vernice.
Fate sempre precedere queste operazioni da una spolveratura con la scopa o con l’aspiratore.

 

PRECAUZIONI

 

L’acqua è il nemico per eccellenza del vostro parquet.
Limitate l’utilizzo di acqua per la pulizia e togliete le macchie nel seguente modo:
Frutta, succhi di frutta, bibite (non) alcoliche, caffè, tè, latte, sangue, urina: con uno straccio o una spugna inzuppata di acqua e ben strizzata.
Cioccolato, cera, grassi, olii: uno straccio ben strizzato con un po’ di detersivo.
Inchiostro di stampa, di biro, lucido da scarpe, rossetto, catrame: con alcol.